VALUTAZIONE DEL DANNO PSICHICO

Valutazione del danno.png

Il danno psichico, conseguente generalmente ad un danno di tipo biologico, è risarcibile dalla legge secondo l’ articolo 2043 del Codice Civile, il quale afferma che “Qualunque fatto doloso o colposo che cagiona ad altri un danno ingiusto obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno”.
Il danno psichico insorge generalmente in seguito ad un trauma che si verifica come conseguenza di un fatto illecito e, al fine di dimostrare come l’ evento traumatico abbia determinato un danno a livello psicologico, si vede necessaria una perizia da parte di uno psicologo, preferibilmente esperto in Psicologia Giuridica.

In cosa consiste una Perizia Psicologica?

Una Perizia Psicologica consiste nella stesura di una dichiarazione scritta in seguito ad una serie di colloqui tesi a ricostruire i fatti, la storia personale dell’ individuo, le sue caratteristiche di personalità (talvolta, per raggiungere questi obiettivi può vedersi necessaria la somministrazione di test psicologici), al fine di dimostrare se il danno subìto ha effettivamente provocato un peggioramento della qualità della vita della persona.
L’ obiettivo è proprio quello di descrivere il grado e l’ entità con cui l’ evento traumatico ha prodotto una compromissione significativa nella vita della persona la quale, nel caso in cui venga ritenuta compromessa, avrà diritto ad un risarcimento.